Human Hair Extensions hair extensions for men paula young wigs cheap human hair wigs wigs for white women best human hair extensions Wigs for black women short wigs for black women Wigs for women
hair extensions for men women's wigs human hair wigs real hair wig wig types christie brinkley hair extensions cap wigs wigs for men lacefront wigs best wigs ken paves wigs hair extensions for men human hair wigs for black women human hair wigs for white women cheap human hair wigs best human hair extensions real human hair extensions cheap human hair extensions
La cipolla di Cavasso e della Val Cosa

 Hotline : +39 328 7633563

La cipolla di Cavasso e della Val Cosa

La cipolla di Cavasso e della Val Cosa

0 comments

Due comuni uniti per riscoprire un importante frutto della loro terra. È l'iniziativa che ormai da anni stanno portando avanti le amministrazioni di Cavasso Nuovo e di Castelnovo del Friuli, territori dove cresce una cipolla "particolare" sia per il colore che va dal rosa molto acceso al rosso dorato, sia per i terreni in cui viene coltivata. Particolare anche il sapore, mai piccante con un cuore croccante e dolce, il che la rende ottima anche per essere consumata cruda.

È la cipolla di Cavasso e della Val Cosa, un altro dei presìdi Slow Food che saranno presentati durante "Taste the Borders", l'uniziativa che si terrà a Pontebba sabato 27 e domenica 28 luglio.

La coltivazione di questa speciale cipolla è, come sempre, legata alla cultura popolare, contadina di un tempo, forse povera di ricchezza monetaria, ma ricchissima di ingegno e iniziativa. Nel passato le donne, quanto ormai gennaio era al termine, sceglievano un terreno riparato dove far crescere la cipolla. Poi, dopo averla trapiantata intorno a fine marzo, la lasciavano crescere fino al momento della raccolta che avviene a fine estate. Con quelle più grandi si facevao le tradizionali trecce, mentre le più piccole venivano messe sotto aceto. Le trecce, invece, venivano portate dalle rivindicules nei paesi vicini dove erano vendute nei mercati.

Verso gli anni '50, però, questo tipo di coltivazione si è andata perdendo quasi del tutto fino a pochi anni fa quando, recuperati pazientemente da alcuni anziani gli ultimi semi rimasti, si è ricominciata - grazie a un lavoro certosino - la produzione di questo ortaggio. Al momento sono una trentina - tra giovani e meno giovani - coloro che coltivano nuovamente questa tipologia di cipolla e la vende alle feste di fine estate.

Grazie a questa iniziativa anche la ristorazione friulana ha riscoperto la cipolla di Cavasso e della Val Cosa a tal punto da farla diventare quasi un ingrediente indispensabile per le sue ricette.

Share it!

Contact

Comune di Pontebba, Piazza Garibaldi, 1
33016 Pontebba (UD)
Cell: +39 328 7633563
Phone: +39 0428 90161
Fax:+39 0428 91133
Email:info@tastetheborders.eu
P.Iva: 00484630306 Cod. Fisc. 84000930309